cacaina34

 La Cocaina 

è una sostanza che agisce come forte stimolante del sistema nervoso centrale che provoca danni neurologici irreversibili. Non è importante come la cocaina viene assunta o la frequenza, perché un consumatore sin dalla prima assunzione può subire danni al sistema cardiovascolare o celebrovascolare come un attacco di cuore o un ictus, in grado di provocare, anche, la morte improvvisa. Gli effetti della cocaina si manifestano nei primi minuti dopo l'assunzione di una dose, raggiungono il loro picco in circa 15 - 20 minuti e finiscono dopo un'ora.

L'uso continuativo della cocaina porta il consumatore a comportamenti negativi come: abitudine a mentire, aggressività, rubare, assenteismo sul lavoro, negazione dei problemi. Alcuni soggetti provano per la prima volta la droga per aumentare il proprio rendimento sul lavoro e nella vita, in modo da poter lavorare più a lungo e più duramente. Mentre questi effetti possono sembrare promettenti all'inizio, come l’aumento dell'energia, vigilanza mentale, euforia, socievolezza e facilità di parola, sensazione di autocontrollo e di onnipotenza, pupille dilatate, purtroppo l'uso ripetuto della cocaina provoca un aumento della tolleranza e quindi è necessario aumentare il dosaggio per ottenere lo stesso livello di piacere delle prime assunzioni.

Differenti modalità di assunzione della cocaina causano effetti negativi. Una regolare inalazione può causare effetti secondari come perdita di sensibilità dell'olfatto ed emorragia nasale, rinite e sensazione di gusto amaro nella parte posteriore della gola. L'ingestione o lo sfregamento sulle gengive può causare effetti secondari quali intorpidimento delle gengive, danni al tratto gastrointestinale, vomito, gastrite, ulcerazione e in casi gravi cancrena dello stomaco.

coocaa9

Altre complicazioni mediche associate all'uso della cocaina includono raucedine, difficoltà respiratorie, emicranie, ictus, attacchi epilettici. Poiché la cocaina ha la tendenza a far diminuire l'appetito, molti consumatori possono ammalarsi di anoressia.

Le persone che si iniettano la cocaina possono avere reazioni allergiche sia alla droga sia alle sostanze da taglio presenti, rischi di infezione come Epatite b e C e HIV, il livello di infezione si sta rapidamente diffondendo  tra il 50 - 80 per cento dei consumatori.

L'uso della cocaina è collegato a numerosi tipi di malattie cardiache e può provocare aritmia e fibrillazione ventricolare, accelerazione del battito cardiaco e della frequenza respiratoria, aumenta la pressione sanguigna e la temperatura corporea Altri sintomi fisici che si possono manifestare sono: dolori al torace, nausea, vista annebbiata, febbre, spasmi muscolari, convulsioni, coma e morte.

Gli effetti dell'uso della cocaina in gravidanza non sono perfettamente conosciuti, ma studi recenti documentano che un bambino nato da una madre che fa abuso di cocaina durante la gravidanza nasce spesso prematuro, sottopeso, poco sviluppato in lunghezza e con dimensioni ridotte della circonferenza della testa. Le donne in gravidanza che usano la cocaina corrono i seguenti rischi, alto rischio di aborto, alta probabilità di parto prematuro, contrazioni premature dovute al ridotto flusso di sangue nell'utero, problemi respiratori e ai reni. Per il neonato: dipendenza dalla cocaina dalla nascita e crisi di astinenza, SIDS - Sindrome Infantile Improvvisa Di Morte.

Cocaina+Alcol: (Cocaethylene) Cocaina e alcool assunte contemporaneamente danno vita ad una interazione potenzialmente

pericolosa. L'uso di alcol intensifica gli effetti euforici della cocaina, aumentando il rischio di morte improvvisa per arresto cardiaco o respiratorio.

Cocaina+Eroina (speedball) L'assunzione di cocaina combinata all' eroina è ricercata dal consumatore poiché migliora la fase di down della coca e consente di essere più energici e reattivi durante l'effetto dell'eroina, ma aumenta enormemente il rischio di blocco respiratorio e collasso cardiocircolatorio.

Aspirazione/inalazione dei vapori La cocaina viene depositata su un foglio di alluminio che viene scaldato. Quindi ne vengono inalati i vapori (generalmente tramite una cannuccia). Spesso il braciere di alluminio viene preparato sull'imboccatura di ampolle o bottiglie di vetro (o pvc) che dispongono di un secondo foro in cui inserire la cannuccia o da cui aspirare direttamente i fumi.

Aspirazione dei fumi di (Freebase/Crack) Per freebase si intende la forma "base" della cocaina cloridrato, è ovvero la trasformazione della cocaina in sali (solubile in acqua) nell'alcaloide base. Si ottiene dapprima dissolvendo la cocaina cloridrato in acqua. Una volta dissolta in acqua viene aggiunta ammoniaca per eliminare protoni in eccesso. La soluzione ottenuta in questo modo, però, non è ancora libera da tagli. A questo proposito si aggiunge alla soluzione etere etilico questo permette di separare la freebase dal taglio ottenendo quindi, dopo l'evaporazione dell'etere etilico, una freebase quasi del tutto priva di taglio.

Il Crack si ottiene mischiando le dovute dosi di cocaina cloridrato e una base, come il bicarbonato di sodio. Il crack è spesso usato più del freebase in quanto si salta un passaggio (eliminazione del taglio con etere) che ne rende meno pericolosa la preparazione.

 

 

Nella classifica di pericolosità delle varie droghe

stilata da varie riviste mediche la

cocaina occupa il    posto.