foto anfe 1

Anfetamine

L'anfetamina è una metanfetamina, stimolante sintetico usato per restare svegli, per controllare la fame, per sopportare la fatica. sono pasticche, capsule, polvere e fiale chiamata anche ice, crystal,  crank, speed, meth, ghiaccio, chrissy.

È basica e poco solubile in acqua; si scioglie meglio in etanolo ed etere etilico.

I sali sono invece facilmente solubili. Viene infatti generalmente prodotta e commercializzata sotto forma del suo sale solfato racemo, come tale si presenta come una polvere cristallina bianca.

 

Effetti e rischi

Si consumano attratti dall'idea di sentirsi carichi di energia, svegli, super-efficienti. Poi si scopre che non sconfiggono fame e fatica, semplicemente le “mascherano”

Perciò può succedere di sottoporsi a sforzi in realtà inaffrontabili, certi atleti dopati sono morti per non aver sentito la stanchezza.

Le anfetamine accelerano il battito del cuore (tachicardia) e il respiro, perdita di appetito, ipertensione, allucinazioni e psicosi paranoide perduranti per giorni, ostacolano il sonno e alla lunga, l'attività sessuale.

Chi consuma può non capire le conseguenze di ciò che fa, diventare violento e paranoico. Quando l'effetto finisce ci si sente stanchissimi, irritabili, depressi. Volendo superare questa situazione si tende a consumare ancora.

 

Nella classifica di pericolosità delle droghe

stilata da varie riviste mediche le

anfetamine occupano  posto.